SSO-Logo

Coronavirus: conseguenze per gli studi dentistici della situazione straordinaria

###USER_title### ###USER_last_name###

 

Il Consiglio federale ha dichiarato lo stato di situazione straordinaria conformemente all’art. 7 della Legge sulle epidemie e ha decretato provvedimenti più severi. Tali misure sono entrate in vigore alla mezzanotte del 16 marzo 2020 e resteranno in vigore fino al 19 aprile 2020. Il Consiglio federale ha in particolare stabilito quanto segue: «Restano aperte le strutture sanitarie quali ospedali, cliniche e studi medici, che devono però rinunciare a interventi medici e terapie non urgenti.»


Effetti sull’attività odontoiatrica

Gli studi medico dentistici possono rimanere aperti, ma soggiacciono a una serie di restrizioni.

Conformemente al Documento di posizione dell’ADMCS del 15 marzo 2020, le restrizioni sono le seguenti. ] 

I trattamenti non indispensabili dal punto di vista odontoiatrico vanno rinviati: rinunciare del tutto a eseguire i trattamenti non indispensabili (come le visite di controllo, le piccole otturazioni) e quelli elettivi (come gli interventi chirurgici o di odontoiatria estetica). I trattamenti urgenti sono autorizzati. Sono considerati tali i trattamenti in caso di dolori, di infortuni, i decorsi e gli stati che danneggiano la struttura o che la potrebbero danneggiare. Inoltre, i lavori iniziati possono essere portati a termine.

Per principio, le sedute di igiene dentale non sono vietate, anche se gran parte di questi trattamenti non sono indispensabili. Tuttavia, per ogni paziente bisogna considerare fino a quando, occorre rinviare la visita dall’igienista dentale e se ciò ha conseguenze sul suo stato di salute parodontale. Inoltre è importante sapere se il paziente presenta sintomi o dolori. Si consiglia di rinunciare il più possibile all’uso degli ultrasuoni.

Per quanto riguarda il comportamento nello studio medico dentistico nei confronti del personale e dei pazienti, la SSO raccomanda di rispettare le direttive e le misure esposte nel documento di posizione dell’ADMCS del 15 marzo 2020 e le raccomandazioni dell’UFSP: https://www.bag.admin.ch/bag/it/home/krankheiten/ausbrueche-epidemien-pandemien/aktuelle-ausbrueche-epidemien/novel-cov/information-fuer-die-aerzteschaft.html

Tutti i titolari di uno studio medico dentistico e tutti i responsabili di una clinica o di un centro dentario sono tenuti a rispettare queste restrizioni e raccomandazioni sul comportamento da adottare nell’esercizio della propria attività.

Per quanto riguarda le misure volte ad ammortizzare le conseguenze economiche per i datori di lavoro in seguito ai provvedimenti emanati ieri dal Consiglio federale, vi rimandiamo al Foglio informativo contenuto nella newsletter pubblicata dalla SSO il 13 marzo 2020 (questioni legati al diritto del lavoro e possibili misure legate alla comparsa del coronavirus (in tedesco o francese ).

Cancella Newsletter | Modifica dati | Website | © Società svizzera odontoiari SSO