Ad ognuna delle 500 prestazioni del tariffario è stato assegnato un punto. Questi punti rappresentano più o meno il tempo medio necessario per fornire la prestazione. Le prestazioni sono indicate una ad una nella nota d'onorario, il che permette ai pazienti di controllare a quali trattamenti sono stati sottoposti.

Per ottenere l'importo totale in franchi, i punti sono moltiplicati per il valore del punto. Il sistema a punti è usuale nel settore delle prestazioni mediche ed è prescritto, per legge, per gli infortuni coperti dalle assicurazioni.

Quasi nessun paziente si pone questa domanda, dato che da anni ha un "suo" dentista di famiglia.

Chi, però, vuole o deve cambiare dentista, si pone anche la questione del costo, consapevole del fatto che risparmiare a scapito della qualità può costare caro. In questi casi, quindi, ci si fida delle raccomandazioni di parenti e conoscenti oppure ci si rivolge a due o tre ambulatori chiedendo un preventivo per la cura. Spesso per risolvere un problema ci possono essere diverse soluzioni, che possono influire maggiormente sul costo del trattamento più delle differenze tra i valori del punto.

 

In Svizzera (quasi) tutto è più caro che altrove: gli alimentari, i canoni di locazione per gli appartamenti, gli artigiani, le automobili, ma in cambio i salari sono più alti. Anche i dentisti sono più cari, dato che i canoni di locazione e il materiale sono più costosi, devono pagare il salario ai loro dipendenti e, naturalmente, desiderano guadagnare tanto quanto altri professionisti con una qualifica paragonabile alla loro.

Spesso, sottoporsi a trattamenti odontoiatrici all'estero costa meno. Tuttavia, il confronto va fatto con la tariffa applicata ai pazienti privati e non con quella applicata alle assicurazioni sociali, il che riduce di molto il risparmio. Inoltre occorre tenere conto della spesa complessiva: pro capite i tedeschi spendono ogni anno per il dentista tanto quanto gli svizzeri (che negli ultimi anni spendono sempre meno). I trattamenti nei Paesi dell'est sono ad alto rischio: il problema è rappresentato, tra l'altro, dal fatto che gli interventi di una certa portata debbano essere eseguiti in tempi brevissimi. In questo modo, a lungo termine il successo non è garantito, come dimostra uno studio condotto dall'università di Berna.

 

I trattamenti odontoiatrici sono complessi e vanno adeguati ai singoli pazienti. Non esistono cure dentarie standardizzate. Ogni paziente ha diritto alla miglior cura possibile, fatta su misura per lui e che duri nel tempo.

Questa è la ragione per cui il costo di una prestazione non può semplicemente figurare su un listino prezzi affisso in sala d'aspetto. Se desiderate un preventivo attendibile, la cosa migliore è "andare dal dentista e chiedere", esattamente come fareste con qualsiasi artigiano. Non siete in chiaro su un punto? Parlatene con il dentista, come fareste con il medico, il farmacista o il carrozziere.

Chi si lava i denti non ha quasi mai bisogno di cure. In Svizzera, la profilassi ha conseguito i migliori risultati del mondo. Chissà perché?

Stampa questa pagina

Documenti

Opuscolo informativo par i pazienti: Dal dentista (PDF, 972 KB)

Tariffario dei medici dentisti, versione abbreviata