SSO-Logo

Coronavirus: aggiornamento dal 29 ottobre 2020

###USER_title### ###USER_last_name###

 

Il Consiglio federale inasprisce i provvedimenti, ma il piano di protezione della SSO e dell’AMDCS non subisce modifiche

Nella sua seduta del 28 ottobre, il Consiglio federale ha adottato nuovi provvedimenti per contrastare l’impennata dei contagi da coronavirus. Tutti i provvedimenti mirano a ridurre sensibilmente i contatti tra le persone. Il Consiglio federale ha esteso l’obbligo di indossare la mascherina, vietato gli eventi privati con più di 10 persone e introdotto i test rapidi. Per gli studi dentistici rimane in vigore l’attuale piano di protezione. Applicandolo rigorosamente si garantisce la massima sicurezza ai pazienti, al personale dello studio e ai curanti.

 

Piano di protezione della SSO e dell’AMDCS in vigore senza ulteriori modifiche

La quinta versione del piano di protezione rimane in vigore. I titolari di uno studio dentistico sono responsabili della corretta attuazione delle regole comportamentali e delle misure di protezione e d’igiene all’interno dello studio. Vista la situazione attuale, vi raccomandiamo di analizzare il piano di protezione del vostro studio, di adeguarlo se necessario e di rispettarlo scrupolosamente. In questo modo avete la certezza di proteggere in maniera efficace i vostri pazienti, il vostro personale e voi stessi.

Inoltre vale la seguente regola: il personale con sintomi tipici di COVID-19 va subito in isolamento. Una volta a conoscenza dei risultati, chi è negativo al test può rientrare al lavoro al più presto 24 ore dopo la scomparsa dei sintomi. I collaboratori che non presentano sintomi continuano a lavorare rispettando scrupolosamente le misure d’igiene.

 

Estensione dell’obbligo della mascherina

Il Consiglio federale ha esteso l’obbligo della mascherina. D’ora in poi va indossata anche nelle aree esterne di strutture e aziende, nelle aree pedonali molto frequentate e in generale nello spazio pubblico se non può essere mantenuta la distanza necessaria.

 

Introduzione dei test rapidi

Per sottoporre velocemente ampie fasce della popolazione al test del coronavirus, dal 2 novembre il Consiglio federale ricorrerà anche ai test antigenici rapidi. L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) intende utilizzare questi test rapidi unicamente sulle persone sintomatiche che non rientrano tra le persone particolarmente a rischio. Questi nuovi test forniscono più rapidamente i risultati, ma non sono dei test fai-da-te da usare in casa o negli studi dentistici; i tamponi vanno comunque prelevati da un medico o da un professionista qualificato.

» Leggere le FAQ dell’UFSP sui test rapidi

 

Stato attuale dei provvedimenti e delle ordinanze del Consiglio federale

Sul sito web dell’UFSP trovate una panoramica dei provvedimenti e delle ordinanze attualmente in vigore. Attenzione: nei cantoni in cui i provvedimenti adottati dalle autorità sono più rigidi di quelli della Confederazione vanno rispettati i provvedimenti cantonali.

Cancella Newsletter | Modifica dati | Website | © Società svizzera odontoiari SSO